Il sistema di tubazioni Twin Solar Set per impianti solari di Eurotis
IL SOLARE IN ITALIA
Per la favorevole posizione geografica con un valore di insolazione annuo compreso tra 1200 e 1750 kWh/m2, in Italia l’utilizzo dell’energia solare può portare a notevoli risparmi energetici: i moderni impianti a pannelli solari (collettori) consentono un risparmio del 50 – 80% nella domanda di acqua calda e del 20 – 40% per la domanda totale di calore.
Per il riscaldamento dell’acqua domestica, con un fabbisogno di 1000 kWh all’anno per persona, sono sufficienti 0,5 m2 di collettore solare per persona nell’Italia meridionale e 1 m2 di collettore solare per persona nell’Italia settentrionale.

LA LEGISLAZIONE ITALIANA
Legislazione relativa al “risparmio energetico” e conseguenti agevolazioni statali:
• Legge 9 gennaio 1991 n. 10 “Norme per l’attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell’energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia”;
• D.P.R. 26 Agosto 1993 n. 412 “Regolamento recante norme per la progettazione, l’installazione, l’esercizio e la manutenzione degli impianti termici degli edifici ai fini del contenimento dei consumi di energia, in attuazione dell’art. 4, comma 4, della legge 9 gennaio 1991, n° 10”;
• D.P.R. 21 dicembre 1999 n. 551 “Regolamento recante modifiche al decreto del Presidente della Repubblica 26 Agosto 1993 n. 412, in materia di progettazione, installazione, esercizio e manutenzione degli impianti termici degli edifici, ai fini del contenimento dei consumi di energia”;
• D.Lgs. 15 agosto 2005 n. 192 “Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell'edilizia”;
• D.Lgs. 29 dicembre 2006 n.311 “Disposizioni correttive ed integrative al decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, recante attuazione della direttiva 2002/91/CE, relativa al rendimento energetico nell'edilizia”.

INCENTIVI STATALI PER GLI IMPIANTI TERMICI SOLARI
Circolare del 31/05/2007 n. 36: “Detrazione d'imposta del 55% per gli interventi di risparmio energetico previsti dai commi 344, 345, 346 e 347 della legge 27 dicembre 2006 n. 296 (legge finanziaria per il 2007):
• l'agevolazione prevista dal comma 346 della legge finanziaria è rivolta all'installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici, industriali, nonché per il fabbisogno di piscine, strutture sportive, case di ricovero e di cura, scuole e università;
• spese detraibili: fornitura e posa in opera di tutte le apparecchiature termiche, meccaniche, elettriche ed elettroniche, nonché delle opere idrauliche e murarie necessarie per la realizzazione a regola d'arte di impianti solari termici organicamente collegati alle utenze, anche in Integrazione con impianti di riscaldamento;
• per l’installazione di pannelli solari è previsto un importo massimo di detrazione di 60.000 euro.
Gli incentivi sono stati confermati anche per i futuri anni.

ESEMPI DI IMPIANTI SOLARI TERMICI
Esistono differenti tipologie di impianti solari dedicati al solo riscaldamento dell’acqua sanitaria oppure anche al riscaldamento degli ambienti.
Negli impianti solari a CIRCOLAZIONE FORZATA uno o più collettori (dimensionati in funzione del numero di utenti) sono collegati ad un serbatoio di accumulo tramite un circuito in cui scorre acqua o un fluido termovettore antigelo (generalmente una miscela di acqua e glicole etilenico); un regolatore differenziale di temperatura (centralina) aziona la pompa di circolazione quando la temperatura nel collettore è sufficientemente alta in modo da potere cedere il suo calore all’acqua sanitaria mediante uno scambiatore di calore posizionato nel serbatoio.
Gli impianti solari combinati per il riscaldamento dell’acqua calda e degli ambienti, sono impianti a circolazione forzata che nel periodo estivo possono provvedere all’intero fabbisogno di acqua calda mentre nel periodo invernale preriscaldano nel serbatoio di accumulo l’acqua (con conseguente risparmio energetico) che viene poi portata alla temperatura finale mediante un secondo scambiatore di calore posizionato nello stesso serbatoio e collegato alla caldaia.
Per il riscaldamento dell’acqua nelle zone dove la temperatura invernale non è rigida, è sufficiente l’installazione sui tetti delle singole unità abitative degli economici e compatti impianti solari a CIRCOLAZIONE NATURALE, che non necessitano di una pompa di ricircolo in quanto sfruttano il continuo movimento naturale che si instaura nel circuito quando il fluido termovettore (che negli impianti più semplici può essere la stessa acqua sanitaria) riscaldato nel collettore risale verso il serbatoio (che deve quindi essere posizionato più in alto rispetto il collettore) spostando il fluido freddo nel collettore.

Impianti solari
Schema di impianto a circolazione forzata per la produzione di acqua calda per uso sanitario e per riscaldamento ambiente.

Impianti solari
Schema a circolazione naturale per la produzione di acqua calda per uso sanitario.
 

 

 


Tecno Acciai - ViaM. Muller,100 - 28021 Verbania Intra - Tel. 0323.404324 - Fax 0323.53922 - P.IVA 01963620032 - email: info@tecno-acciai.com

Lossweb Realizzazione siti internet Borgosesia, Realizzazione siti internet Vercelli, Realizzazione siti internet Novara, Realizzazione siti internet Biella, Realizzazione siti internet Verbania, Realizzazione siti internet Milano, Realizzazione siti internet Torino